Crea sito
Universatil template, by 55thinking
Secondaria di I° grado ALBISSOLA MARINA

You are here: Home

Benvenuto nel nostro sito

PRIMA PAGINA

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento (Martedì 21 Ottobre 2014 16:48) Scritto da Administrator Giovedì 12 Ottobre 2006 02:25

accesso registro on linegate_swing_md_wht

TEATRO CARLO FELICE

cf14
cf2
cf3
1/3 
start stop bwd fwd

Le luci si spengono e la magia del balletto ha inizio.
Solor e Nikija si giurano eterno amore in un'atmosfera cupa e ostile presagio del dramma che sta per compiersi. I colori accesi ocra e arancio della reggia  conducono in un oriente fiabesco e romantico, dove una splendida Nikija e la rivale Gamzatti si contendono Solor. Quindi, il pubblico è coinvolto nella sacralità della danza di fachiri e bayadère tra i bagliori dei magnifici costumi.
Improvvisamente irrompe sulla scena la statua dell'idolo d'oro che prende vita sulle note di una musica trionfale. Musica appassionata e struggente accompagna la tristezza accorata di Nikjia costretta a danzare davanti a Solor e Gamzatti,  la gioia della bayadèra davanti al cesto di fiori falso dono dell'amato ed infine la romantica resa al suo destino. Colori freddi,  nuvole di pizzo e tulle ci portano  al famoso "GRAN PAS CLASSIQUE " il regno delle ombre"...la magia ha fine. Gli applausi del pubblico sono il ringraziamento per averla potuta vivere anche solo per una manciata di ore.
E questo pubblico,  in questo momento,  di un po' di magia ha bisogno.
Se dentro al teatro gli dei hanno punito un giuramento infranto, fuori dal teatro c'è una città ancora una volta in ginocchio ; non per volontà degli dei, ma per la scarsa volontà degli uomini. Tutti gli anni accompagniamo i nostri alunni in questo splendido teatro di questa città altrettanto splendida.
Lo facciamo convinti del significato educativo di tutto ciò che è bello come appunto la musica,  il balletto,  l'opera lirica. Educare al bello significa anche insegnare il rispetto della bellezza. Oggi questi ragazzi di 11,12,13 anni hanno guardato con meraviglia,  ascoltato in silenzio e applaudito entusiasti.
Ma è nostro dovere mostrare il brutto che c'è fuori da quella scatola magica, perché imparino a diventare più responsabili, più rispettosi di chi li ha preceduti.

Francesca Durante, Patrizia Malatesta, Alessandra Minetti

I genitori scrivono:

Un'altra pagina di profonda crescita scritta oggi sul libro della loro vita. Un libro che verrà messo nello zainetto della loro storia. Un libro prezioso che gli insegnerà  e gli ricorderà di essere uomini e donne puliti e giusti del loro domani. Sempre il mio Grazie. Una mamma. C.B.

Un grande ringraziamento a voi che, mettendo a disposizione il vostro tempo e la vostra disponibilità, rendete possibile ai ragazzi di conoscere (e speriamo -almeno per qualcuno di loro!- di apprezzare) il meraviglioso mondo di una cultura apparentemente tanto lontana da loro. Sono certa che i semi che piantate ora in loro prima o poi germoglieranno! Un caro saluto, D.F.

Nulla va dato per scontato e spero che i ragazzi abbiano compreso. Buona domenica A.N.G.

Grazie...un pensiero davvero bello e profondo. Condivido in pieno e sono molto felice che la "nostra" scuola e i "nostri" insegnanti mostrino ai nostri ragazzi che in tutte le cose c è sempre il rovescio della medaglia, c è il bello e c è il brutto e che, qualche volta, il brutto potrebbe essere evitato se solo fossimo più rispettosi e più responsabili. Grazie davvero di cuore e grazie per il vostro...andare oltre, oltre tutto ciò che è prettamente scolastico dandogli la possibilità di vivere esperienze uniche, che ricorderanno nella loro vita. Gli state mostrando tutto ciò che c è intorno alla scuola e che fa parte della loro vita. A.B.

Grazie per il ruolo che avete nell'educare al bello e al responsabile i nostri figli. M.R.B.

Grazie grazie e ancora grazie
La vita Vi renderà merito per aver installato, con così tanta passione, l ' amore per la bellezza....oggi troppo spesso confusa con l' apparenza...nei nostri figli, nei nostri futuri Cittadini...
Che ci auguriamo crescano continuando a nutrire questo seme che è passione, gioia, tormento...cui è impossibile rinunciare, poiché non si può vivere senza emozioni...
E allo stesso tempo offre loro l' opportunità di chiedersi chi siano, quale scopo e senso abbia il nostro passaggio sulla terra...
E nulla può arrivare a toccare certe....corde....se non la musica, nelle sue espressioni migliori....perché passa per il cuore e per il cervello...attivando la parte migliore di ognuno..
Quindi...chapeu...a Voi tutti... S.V.

I ragazzi scrivono:

classe 1Cm

Colori brillanti, vestiti stravaganti, mosse sensazionali; uno spettacolo meraviglioso con scenografie mozzafiato. Le ballerine bellissime, da invidiare e salti, piroette difficili e fantastich. Il teatro:da rimanere a bocca aperta ed è enorme.f-a-n-t-a-s-t-i-c-o!!!! A.C.

Mi è piaciuto molto lo spettacolo! Quando siamo entrati sono rimasta abbagliata dalla bellezza del teatr,ero molto allegra e continuavo a dire:.tutti i miei amici di seconda media me lo avevano detto che sarebbe stato bellissimo e infatti mi sono divertita un sacco. Non vedo l'ora di tornarci! I.M.

Appena entrato nella sala ho notato i terrazzi con sopra i riflettori e le telecamere. Poi c'è un enorme palco, con sotto l'orchestra. Lo spettacolo è stato molto bello e i ballerini erano davvero bravissimi. La storia si è capita molto bene, anche perchè la proff.ssa Chiarlone ci aveva preparato bene. Andare al Carlo Felice è stata un' emozione straordinaria anche se la sera ero molto stanco; non vedo l'ora di tornarci!G. D.

Prima ancora di entrare nel teatro, ero emozionatissima e cercavo di immaginarmi come potesse essere il Carlo Felice siccome non c'ero mai stata. Dopo essere entrata, sono rimasta a bocca aperta. Un'emozione indescrivibile e intensa che non avevo mai provato in vita mia. I ballerini erano agilissimi e coordinati: sembravano un'unica persona che ballava; emanavano gioia con movimenti perfetti ed energici. Ho notato un sotto-palco dove suonava l'orchestra anch'essa bravissima. É stato tutto emozionante e indimenticabile; non vedo l'ora di ritornarci.G. P.

Un'esperienza unica! Ho capito tutto lo spettacolo perchè la professoressa Chiarlone ci ha fatto provare in classe il balletto che si intitola:"La Bayadère". Il teatro era bellissimo. Per cambiare la scenografia in fretta alzavano o abbassavano le scenografie preparate precedentemente. Questa gita mi è piacuta a tal punto che non riesco a dire quanto mi sia divertita ed emozionata. G.T.

Lo spettacolo mi è piaciuto molto,perchè era pieno di significato. La parte che mi è piaciuta di più è il terzo atto,dove le ballerine sembravano delle ombre prechè il vestito era di un giallo verde luminescente. T.T.

Appena sono entrato,davanti a me c'erano tutte le poltrone di velluto rosso.

Sotto il palco c'era l'orchestra favolosa. Io e i miei compagni di classe eravamo seduti in posti da cui si vedeva benissimo; abbiamo assistito ad un balletto, non sò come i ballerini possano avere così tanta energia! Sono bravissimi). Ci vorrei andare anche con la mia famiglia.E' STATO EMOZIONANTE! C.F.

Ho alzato gli occhi verso l'alto e ho visto una parete con balconi e finestre non ci credevo pensavo fosse un sogno! Dopo dieci minuti le porte si sono chiuse e sul palco ho visto entrare tanti colori e ballerini bravissimi, non so descrivere le emozioni che ho provato in quel momento, ma non vedo l'ora di ritornarci. R.M

Abbiamo assistito al balletto "La Bayadère". I ballerini erano molto bravi, coordinati. Lo scenario era bellissimo e i musicisti erano più che bravi, bravissimi. Il teatro è bellissimo,grandissimo e molto raffinato. I costumi erano straordinari. La scena che mi è piaciuta di più è stata quelle del " REGNO DELLE OMBRE".

E' stato fantastico!!!!! M.S.

Arrivati eravamo tutti emozionati per le grandezze e dalla bellezza del teatro; abbiamo assistito alla "Bayadère"ed è stata bella però il finale è stato un pò noioso e per questo mi sono appisolato. Nel complesso è stato divertente. S. T.

Non mi è piaciuto tanto però era bello, l'orchestra era brava e i ballerini sono stati anche loro bravi.E.B.

Mi è piaciuto tantissimo il balletto; mi aspettavo il teatro più grande. I ballerini facevano dei salti altissimi. E' stato stupendo! G.M.

Quando ho messo piede al Carlo Felice, mi sono detto: e infatti lo è stata!!!O. M.

I ballerini avevano dei bellissimi costumi e ballavano in maniera divina. Il teatro era gigantesco; la sua capienza è di 2000 posti e il suo interno ricorda una piazza di città. All'entrata la prima cosa che si nota è il corrimano dorato. Questa gita è stata bellissima e per fortuna si ripeterà ancora tre volte. M.F.

Il Carlo Felice è un teatro bellissimo e immenso;quando si entra nella sala sembra di essere in mezzo ad una piazza perché le pareti riproducono i muri di palazzi con finestre e balconi. I ballerini erano bravissimi. La storia che hanno ballato e recitato si chiama "La Bayadère".Il teatro Carlo Felice ha molti palchi,sono tutti tecnologici,perché possono ruotare su se stessi,andare in alto o in basso e permettono di cambiare scena velocemente.E'stata una giornata fantastica! R.P.

La cosa più bella è stata l'entrata nel teatro; infatti tutti quei terrazzi finti e quelle scenografie,che,però,sembravano vere,mi hanno dato l'impressione di uscire dal teatro,tanto da farmi pensare:"Ma è all'aperto?".I ballerini facevano salti e capriole coordinati tra loro e a ritmo di musica suonata dall'orchestra,altrettanto bravo.A.S.

Il balletto si intitolava "La Bayadère".E' stato bellissimo e fantastico, mi sono divertita un sacco. Ballerine e ballerine che entravano di qua' e di la'. Non vedo l'ora di andarci di nuovo!!!! B.S

Secondo me il teatro Carlo Felice è molto bello,assomiglia ad una piazza genovese su cui si affacciano palazzi di ardesia. Anche il balletto è stato molto bello, però anche complicato riconoscerei personaggi. L'ho capito, perchè la professoressa di musica ci aveva spiegato la trama N.A

Lo spettacolo era meraviglioso,tantissime ballerine e ballerini eccezionali; luci, acrobazie, salti e musica stupenda. E' stata un'esperienza bellissima;non vedo l'ora di ritornarci. P.D

Quando siamo scesi dal pullman,ero emozionatissima;non avevo mai assistito ad un balletto,per di più al teatro C.Felice.Entrati nella sala,la prima cosa che ho notato sono state le finestre sui muri laterali del teatro.Abbiamo assistito al balletto"La Bayadère":bellissimo!I ballerini facevano salti incredibili;non vedo l'ora di tornarci. V.P

 

LABORATORIO DI RICERCA AMBIENTALE
classe 1A

escursione mese di ottobre

Itinerario: Albisola S. – Torre Bregalla – Celle L. – Albisola S.

Data: venerdì 24 ottobre 2014

Difficoltà: escursionistica Dis

livello: 250 metri circa Tempo di percorrenza: 3 ore e 30’ circa

Raduno: ore 13,50 presso la scuola di Albisola S. Gli alunni, al termine delle lezioni, consumeranno il pranzo al sacco nel cortile della scuola sotto la sorveglianza degli insegnanti accompagnatori

Partenza : ore 13.45 dalla sede di Albissola Marina

Rientro: ore 18,00 circa presso la scuola di Albisola S.

Materiale occorrente: scarponcini o scarpe da ginnastica pesanti, k-way imbottito, berretto, zainetto, pranzo al sacco, merenda.

Descrizione percorso: dopo aver consumato il pranzo al sacco nei giardini della scuola di Albisola S. si percorre V. Dei Siri fino ad incontrare il segnavia (pallino rosso); lo si segue in salita passando fra boschi di lecci, querce e corbezzoli e si giunge sul tracciato che collega Torre Bregalla a Sanda. Si prosegue verso Sanda fino a Bric Croi; si prende a destra un sentiero indicato con linea e pallino rossi che ci conduce, per una ripida discesa, fino al centro abitato di Celle L. Il ritorno verso Albisola S avviene seguendo la passeggiata che costeggia il mare.

 

9 ottobre 2014 h 14.00

LEZIONE con la Dott.ssa G.Barreca

"iMovie la tecnica del montaggio digitale"


CLASSE 1A   2.0

Il sogno di...

 

Matteo-Io vorrei andare in crociera e vorrei scegliermi la stanza più bella della nave, poi vorrei guidare la nave per tutto il mondo, vorrei essere il capitano, divertirmi sullo scivolo e buttarmi giù! Vorrei andare in Sardegna.

Lorenzo-il mio sogno è quello di arrivare al secondo rifugio scalando il Monte Bianco, possibilmente d' inverno quando non c'è tanta gente. Avendo un giaccone, scarpe adatte, una buona compagnia e tanta felicità. Il Bianco è alto quattromilaottocentootto metri e quindi sarà un piccolo traguardo per un grande scalatore, ma per me che ho undici anni sarà come trovare un tesoro. Questo è il mio sogno e voglio assolutamente realizzarlo.

Francesca-Vorrei incontrare Sara e Sofia, le mie amiche delle elementari. Mi piacerebbe realizzare l'incontro a Halloween, passando il pomeriggio e la sera assieme. Io potrei dare il mio contributo avvertendo mia mamma che così magari ne parla con le loro mamme e preparare qualcosa di speciale per loro: una torta, dei biscotti o qualcosa di simile. Lo vorrei tanto, ma per ora posso solo sperare.

Alessia-Il mio sogno é andare a Roma a trovare la mia cuginetta che si chiama Anna e forse lo realizzerò questo fine settimana (io spero di si) lei è molto simpatica e quando è venuta qui abbiamo riso tutta la sera. Questo è il mio sogno e spero di realizzarlo. L'altro sogno è di migliorare tante nuove tecniche a pallavolo e di vincere il campionato.

Julia-Io ho molti sogni che vorrei realizzare, uno di questi è di avere un cane. Mia mamma non vuole, ma mio padre sì, e quando avrà un pò di soldi, mi ha promesso che lo prenderà. Lo vorrei nero, di taglia media.Vorrei tanto che si realizzasse perchè così non mi annoierei più e avrei un amico con cui giocare. Se i miei genitori lo prendessero sarei la ragazza più felice del mondo!

Vittoria-Il mio sogno è di ritornare alle Maldive perchè mi è piaciuto tanto. L'acqua è cristallina e calda, la sabbia bianca come il latte, le camere degli alberghi sono una specie di capanne a due piani, con la doccia enorme all'esterno, circondata da pietre e un ponte sospeso che porta a un letto a baldacchino sospeso. Di notte si sentono i pipistrelli, non si può dormire con le finestre aperte perchè volano in casa. Inoltre dentro la camera camminano le lucertole. Di giorno si balla un ballo tipico.

Beatrice-Il mio sogno è di andare in Sicilia con tutta la mia famiglia e conoscere la sorella di mia nonna. Non vedo l'ora di andare e fare il bagno in quelle acque bellissime come mi raccontano i mie nonni e mia cugina che c'è andata da poco e si è divertita tantissimo. Non vedo l'ora che sia giugno o luglio per andarci, anche ne non ne siamo molto sicuri, ma spero tanto di realizzare questo SOGNO!!.

Sara-Il mio sogno è, visto che inizierò ginnastica artistica, di trovarmi bene, vorrei imparare tante cose, anche se alcune: verticale, rovesciata, ponte da in piedi, ruota, so già farle, perchè le ho imparate da sola. Spero di divertirmi tanto!

Gaia- Il mio sogno é che arrivi presto il Natale per poterlo festeggiare con la mia famiglia e perché é il secondo anno passato insieme al mio fratellino Filippo. Vorrei ricevere poche cose perchè ne ho troppe, ma fra questi regali vorrei che mi arrivasse la chitarra e il telefono nuovo perché l'altro é mezzo rotto. Non vedo l'ora che sia Natale per passarlo tutti assieme.

Gilberto-Vorrei tornare a Roma, ma stavolta stare più a lung, perchè l'ultima volta ci sono solo stato quattro giorni, adesso vorrei starci una settimana (se è di più a me va bene) così riesco a vedere molti più monumenti. Spero di andarci presto.

Virginia-Mia mamma dice sempre che la danza vuole molto impegno...PER DI PIU' QUELLA CLASSICA!!! Invece mio papà...beh ma certo, mio papà...beh lasciamo stare!!! A me affascina molto la danza classica, perchè, quando ci sono i balletti in televisione, le ballerine e i loro partner sembrano delle farfalle, che si muovono con grazia!!! In questi giorni sto bombardando mia mamma di domande (sperando che ceda) sulla danza classica!!!

Filippo-Il mio sogno è diventare un bravo calciatore e fare goal al Legino per poi festeggiare sotto gli spalti con mio padre e i tifosi del Priamar. Ci riusacirò perchè sono motivato a vincere ed umiliare quelli antipatici che si credono i più forti.

Bianca-Io fin da quando avevo sei anni , sognavo di ritornare a Torino. Lì ho tutte le persone a cui voglio un bene dell'anima e poi quando, per le vacanze, andiamo su, i miei genitori sembrano le persone più felici del mondo. Un altro motivo è che lì ci sono tutti i miei amici a cui tengo molto. In particolare a una ragazzina di nome Gaia con la quale sono cresciuta insieme. Ma c'è un' altra cosa: mio papà mi ha detto che se fossimo tornati a Torino avrei potuto avere due o tre cani in più perchè abbiamo il giardino. Questo è il mio sogno e nessuno mi impedirà di REALIZZARLO !!!!!!!!!!!!!!!

Alice-A me piacerebbe tantissimo avere dei fratellini o sorelline molto più piccoli di me, ma visto che la mamma non vuole mi accontento di mia sorella che è piu piccola di me solo di 15 mesi (a me i bimbi piccoli piacciono un mondo). Ma per fortuna le mie vicine di sotto aspettano un fratellino che dovrebbe nascere a febbraio o marzo!! Non vedo l'ora. Un altro sogno è quello di avere un cane visto che abbiamo il giardino molto grande, ma il nonno non vuole, prima avevamo due coniglietti, ma il secondo è morto un mesetto fa e il primo è morto dopo un anno. Per la nonna potremmo prendere un altro coniglio, ma il nonno quando poi l'animale muore non dorme tutta la notte, perchè ci rimane molto male! Io spero che un animale lo avremo molto presto!!

Michele-Il mio sogno è quello di iniziare il campionato di basket, così posso cominciare una nuova esperienza perchè l'anno scorso avevo delle squadre più facili da affrontare e compagni più scarsi (ma non tutti, solo la minoranza). Invece quest'anno ci sono compagni bravi e avversari più difficili da battere e forse facciamo più partite e poi abbiamo cambiato allenatrice. Io sono migliorato tantissimo e sono più bravo.

Simone-Il mio sogno è di avere una libreria piena di libri di tutte le metropoli esistenti. Vorrei che contenessero tante foto. Vorrei anche un atlante che mi faccia vedere tutto il mondo e soprattutto una cartina gigante che illustri tutta l'Italia. Vorrei che il mio regalo di Natale fosse questo, tutti penseranno che sono matto, ma a me piace moltissimo!

Alice V.-E' da tanti anni che pratico ginnastica artistica ed è da più di un mese che non riesco a fare lo slancio alle parallele, cioè salgo sulle parallele faccio uno slancio per salire in verticale per tre secondi e poi mando le spalle avanti e scendo con un giro addominale. Io e la mia insegnante ogni volta che siamo alle parallele ci proviamo, certe volte lo faccio bene, ma altre no. Spero di riuscirci presto e ne sarei contenta. Questo è il mio sogno per ora!!

Lorenzo-il mio sogno è quello di arrivare al secondo rifugio scalando il Monte Bianco, possibilmente d' inverno quando non c'è tanta gente. Avendo un giaccone, scarpe adatte, una buona compagnia e tanta felicità. Il Bianco è alto quattromilaottocentootto metri e quindi sarà un piccolo traguardo per un grande scalatore, ma per me che ho undici anni sarà come trovare un tesoro. Questo è il mio sogno e voglio assolutamente realizzarlo.

Francesca-Vorrei incontrare Sara e Sofia, le mie amiche delle elementari. Mi piacerebbe realizzare l'incontro a Halloween, passando il pomeriggio e la sera assieme. Io potrei dare il mio contributo avvertendo mia mamma che così magari ne parla con le loro mamme e preparare qualcosa di speciale per loro: una torta, dei biscotti o qualcosa di simile. Lo vorrei tanto, ma per ora posso solo sperare.

 

Eleonora-Il mio sogno più grande è quello di andare con mio fratello, mio papà e mia mamma per due mesi in vacanza a Parigi (un mese) e in Inghilterra a Londra (un altro mese).Mi affascinano molto sia Londra che Parigi perchè ho visto delle foto spettacolari che mi hanno incuriosita. Un altro sogno ancora più grande è quello di ritornare a fare kung fu che mi piaceva tantissimo. Andavo a Lavagnola insieme a una mia vecchia amica di scuola che però faceva karate. Mi piacevano i miei tre maestri: Mauro, Franco e Stefano e i miei compagni, anche l'ambiente era molto bello. Ci facevano fare tantissima ginnastica, ma anche combattere. Spero proprio di ritornare.

 

Daniele-Il mio sogno è quello di fare una bella vacanza a Roma, perchè è la capitale d'Italia, ma soprattutto per vedere Papa Francesco. Vorrei visitare la Cappella Sistina, musei e passeggiare per Roma. Ma vorrei anche vedere alcuni calciatori tra cui Totti e farmi fare l'autografo sul mio pallone. Spero che si possa realizzare questo sogno.

 

Eva-Io ho tanti sogni per la testa e uno dei miei sogni è di trasferirmi nella casa nuova. Nella nuova casa ci sarà anche un nuovo gatto, ma la cosa più bella è che verso Natale (in quel periodo dovremo già abitare nella casa nuova) arriverà mia sorella Nicole, dall estero.Spero che questi mesi passino in fretta e so che nella casa nuova mi divertirò un mondo!

25 settembre 2014   h.15.20    verso il rifugio....

gruppo escursionistico

RIFUGIO Mondovì

Giovedì 25 settembre venerdì 26 settembre

Itinerario  primo giorno Prea (CN) rifugio Mondovì

Secondo giorno Havis de Giorgio Passo delle Saline Carnino Pian Rosso Viozene

Partenza h 8.00 piazza S Antonio (PRANA)

Rientro h 19.30 presso stesso luogo di partenza

Mezzi di trasporto bus ditta TPL SV

Difficoltà escursionistico molto impegnativa.

15 settembre 2014

Primo giorno di scuola

classe 1A

La sera precedente il mio primo giorno di scuola, ho impegnato un po' di tempo per addormentarmi perché ero agitatissimo. Al mattino, quando la mamma mi ha svegliato, ero stanchissimo ; una volta pronto sono andato a chiamare il mio amico Giacomo per andare a prendere insieme il pulmino. Quando siamo arrivati a scuola , le prof ci hanno chiamati per nome e ci hanno condotto nella nostra nuova classe. A.M.

Mi sono svegliato alle 6.00 ,ero in ansia ,ma ero contento di iniziare le medie. Appena alzato ho fatto colazione e mi sono lavato i denti, ho fatto la cartella e sono salito in auto.Arrivato a scuola,hanno fatto l' appello ,in classe c' era la prof Durante.Poi siamo scesi in palestra e il preside ha fatto un discorso;la mattina è passata in fretta. F.D.

Mi sono svegliata con le farfalle nello stomaco sapendo che iniziavo la prima media!!! Ero emozionatissima ma organizzata su tutto: il giorno prima avevo messo al centro dell'armadio gli abiti e le calze che avrei voluto usare per quel giorno importante … arrivata al cancello mi sono detta: inizierà un“ a nuova sfida!!!!! V.S.

Questa mattina mi sono svegliata di buon umore , ma quando mi sono ritrovata davanti la colazione , mi è salita l' ansia non ho mangiato niente. Poi sono uscita di casa con la mamma e a piedi siamo andate a scuola. Durante il tragitto, ho incontrato molti miei compagni delle elementari con i quali sono stata fino alla divisione delle classi. Nelle mia nuova classe mi sono trovata molto bene: i compagni sembrano simpatici e le Proff. gentili. B.C.

Il giorno prima dell'inizio della scuola ero agitatissimo la notte non sono riuscito a dormire, mi sono addormentato alle 2.00. Quando mi sono svegliato non sono riuscito a fare colazione. Quando sono arrivato ero spaventato, ma poi quando sono entrato tutti erano molto gentili e mi sono tranquillizzato. S.M

Il mio primo giorno di scuola. Mi sono alzato alle 6.00 ed ero in ansia per le MEDIE. Alle 7.00 Michele, il mio vicino di casa , mi ha bussato e insieme siamo andati a prendere il pulmino con Gaia e Aurora. Abbiamo parlato e scherzato poi pero siamo arrivati in classe. Ero tranquillo G.B.

La mamma mi ha svegliato alle 6.40, io ero tanto stanca perchè ieri sera sono andata a dormire alle 9.00, ma ci ho messo un po' ad addormentarmi. Sono andata a fare colazione con mio papà, mia mamma, mia sorella. Poi alle 7.30 dopo aver parcheggiato, ci siamo incontrati dalla piazza sotto le medie, ho salutato mia sorella, mia mamma, mio papà e sono salita dalle mie amiche! INIZIA UNA NUOVA ESPERIENZA!!! P.S.= Quando sono arrivata in classe, mi sono seduta vicino alla mia migliore amica e mi sono tranquillizzata! A.D.

Oggi è il 15/9/2014 ed è il mio primo giorno di scuola, mi sono svegliata molto presto perchè come primo giorno arrivare in ritardo non è proprio il massimo! Svelta ho fatto colazione correvo da una parte all'altra come se avessi avuto dei razzi sotto i piedi.

Alle 7.30 io e mia mamma siamo uscite di casa ed ero già stanca, perchè la notte non ho dormito dall'agitazione. Arrivati a scuola sono salita per tre piani, S. mi stava aiutando a portare la cartella pesante come un mattone. Le insegnanti che per adesso ho conosciuto sono gentili, i compagni sono davvero simpatici. Sono sicura che mi troverò molto bene! A.V.

Oggi era il mio primo giorno alle scuole medie. Quando mi sono alzata ero già agitatissima perchè racconti sentiti mi hanno spaventata. Sono venuta in auto, quando mi stavo avviando alla scuola c'erano alcuni miei amici, purtroppo non andavano nella mia classe. Ho attraversato la strada e mi sono fermata all'entrata perché stavano chiamando le classi 1A, 1B, 1C. Quando siamo entrati la prof. Si è presentata, dopo ci siamo presentati noi a uno a uno. Quando ci siamo presentati tutti siamo andati in palestra dove abbiamo incontrato il Dirigente ed il Sindaco.

Il 15/09/2014 è iniziato il mio primo giorno di scuola della prima media, mi sono svegliata prima della sveglia per l’ agitazione, però sapevo che quando sarei arrivata al cancello sarebbe stato ancora peggio. Mi sono vestita, ho fatto colazione e per ultimo mi sono lavata i denti e sono partita col motorino per la scuola.. Arrivata ero molto agitata, invece è stato divertente! VIVA LA PRIMA A! V.R..

Il mio primo giorno di scuola è stato bellissimo. Non sono riuscita a dormire e infatti sono stata sveglia parecchio anche se dopo un po’ mi sono addormentata.

Quando mi sono svegliata sono andata subito in cucina a fare colazione. Ero eccitatissima e molto emozionata ma anche un po’ nervosa e soprattutto contenta. E.V.

Oggi è il mio primo giorno di scuola media. Sono spaventata ed emozionata nello stesso tempo.Sono in vespa dietro a mio papà, ho le farfalle nello stomaco; però quando arrivo tutta tremolante capisco che non c’è nulla di così pauroso...... sono pronta per il nuovo mondo delle medie. F.B.

Alle 6.00 di mattina mi sono alzato tutto agitato: avevo paura. Quando sono arrivato ho capito che mi sbagliavo, perché pensavo che le professoresse fossero molto severe invece (per ora chissà dopo…) sono molto gentili. Comunque sono certo che sarà un’esperienza bellissima tranne quando prenderò 4. G.T.

Oggi ero molto ansiosa e spaventata, avevo paura di tutto, magari che i più grandi quando arrivavo mi prendessero in giro oppure che i Proff. fossero severi, ma non è stato così, la scuola è bellissima, le medie sono belle, i miei compagni sono simpatici e le Professoresse sono bravissime. S.A.

Questa mattina mi sono svegliata alle 6.00, perché ero preoccupata per questa nuova esperienza. Appena sono arrivata davanti al cancello mi è venuto mal di pancia. Arrivata in classe ero molto agitata. Ma quando ho conosciuto la Professoressa mi è passato tutto. Ora le Proff. sono tutte molto brave (ALMENO FIN ORA…). I compagni molto simpatici.

Questa nuova esperienza alle medie è molto bella e ne sono felice. A.P.

Oggi mi sono svegliata di buon umore, perché sapevo che iniziava la 1 media! Davanti al cancello c’era molta gente: le prime, le seconde e le terze… Arrivati nell’atrio della scuola hanno incominciato a fare l’appello. Dopo un bel po’ di scale, siamo arrivati in classe (che bella vista!); dopo esserci presentati, ci hanno spiegato il programma di quest’anno . Adesso ho tanti nuovi amici e questa scuola mi sembra accogliente! E.F.

Ieri sera ero completamente agitato per le medie, avevo il cuore che mi batteva a mille all’ora. Mi sono svegliato alle 6.00 di mattina perché avevo paura di arrivare in ritardo. Ho fatto la cartella, mi sono lavato e mi sono buttato nella macchina, durante il viaggio mi stavano cadendo le gocce di sudore. Sceso dall’auto sono entrato in classe, ci siamo presentati, ma dopo un po’ avevo capito che mi sbagliavo. Ho trovato tutti i professori molto bravi ed anche degli amici. D.M.

Il mio primo giorno di scuola è stato bellissimo. Mi sembrava più difficile, ma mi sbagliavo, le prof sono buone , la prof di inglese è la più brava di tutte. M.M.

Questa mattina mi sono svegliato in ansia per la scuola media, ero molto spaventato. Ho fatto colazione, mi sono vestito e sono andato a scuola, ho visto i miei compagni, ho fatto amicizia e sono andato in classe. Ho pensato che non fosse così male, i prof gentili, i compagni simpatici. Questa giornata è stata veramente troppo bella. L.N.

Ero molto tesa perchè sapevo di dover andare a scuola. Infatti mi sono svegliata molto presto per l'agitazione. Però poi mi sono un po' rassicurata perchè mia sorella Eleonora, mi diceva che sarebbe andato tutto bene. Arrivata davanti al cancello della scuola ero ancora più agitata di quando mi ero svegliata, perchè sapevo di dover entrare, ma comunque ero felice di vedere la mia amica Gaia e allora ho raggiunto i miei amici. Appena sono entrata, la scuola era affollata di bambini e i genitori erano tutti fuori ad aspettare la riunione. Questa esperienza è stata molto bella, piacevole e anche divertente. Sono stata contenta di entrare alla scuola Media. B.P.

classe 1B

Il mio primo giorno di scuola è stato un po' bizzarro ...ma nulla in confronto al giorno prima, non basterebbe un quaderno per elencare le varie emozioni che ho provato: rabbia, gioia e altre emozioni strane che non riesco ad esprimere. P.L.

La prima Prof.ssa che abbiamo conosciuto è stata quella di francese che ci ha spiegato come ci si deve comportare. E' stata molto gentile e simpatica con noi e spero lo resti per tutto l'anno scolastico.D.G.

Ieri sera ero un po' agitata,sono andata a letto comunque ma non sono riuscita a dormire per l'agitazione. I miei genitori mi hanno tranquillizzata . E.B.

Mi sono svegliato alle 6.30 con il cuore in gola dall'agitazione soprattutto perchè mi avevano descritto la medie come un posto da paura...A.C.

Stavo tremando...avevo paura del primo giorno alle medie. La nostra aula ha una vista stupenda si vede il mare. La Prof.ssa di francese si chiama Zanobini e il quello di tecnologia Prof Briano ...”che abbaia ma non morde...” P.B.

Mi sono svegliata alle h 6.00 con un gran mal di pancia....forse per la pura...Non facevo altro che guardare l'orologio mentre passavo dalla porta della scuola mi è venuta molta paura ed ero molto agitata.A.S.

Durante la preparazione dello zaino ero molto teso, sapevo che avrei iniziato una nuova avventura....davanti alla scuola ...una folla di gente e i miei vecchi compagni con cui ho trascorso tutti gli anni delle elementari. L.M.

Mentre facevo colazione pensavo a come poteva essere la prima media...in macchina mi sono rilassato e mi sono fatto coraggio. Mio padre ci ha lasciati in fondo alla salita per farci ossigenare il cervello...C.G.

Dopo cinque anni di elementari finalmente sono arrivato a un livello di media difficoltà dove i ragazzi devono studiare SODO. S.D.M.

Ho dormito bene tutta la notte e quando mi sono svegliata non ero molto agitata, ma poi quando ho messo la cartella sulle spalle il cuore ha iniziato a battere forte...e l'agitazione è salita. I.F.

Sono arrivata alle 7.35 e solo alle 7.50 hanno aperto il cancello, io non ero abituata a questo fatto di aspettare perchè ho frequentato una scuola privata dove si poteva entrare senza aspettare. In classe siamo 17 alunni ed anche questo mi ha stupito perchè alle elementari eravamo in 31. M.D.R.

Papà mi ha detto che mi sarei fatto dei nuovi amici ed avrei conosciuto dei nuovi Professori...la prima che abbiamo incontrato è stata quella di francese e poi il Prof. Briano di tecnologia. Oggi mi sono trovato bene e speriamo sia così anche tutti gli altri giorni. L.C.

Quando è suonata la sveglia mi è venuto un colpo perchè è da tanto che non mi svegliavo così presto! La nostra aula è molto carina le Professoresse sono gentili. Non sono capitate altre cose...vedremo nei prossimi giorni... S.R.

Questa mattina mi sono sentito strano e molto felice di imparare cose nuove. Abbiamo incontrato il Dirigente che ha spiegato molte cose a noi ed ai nostri genitori. D.

Mi sono svegliato decisamente prima perchè per me inizia una nuova difficoltà “la scuola media”...anche per mio fratello è un giorno speciale perchè inizia le superiori. D.M.

CLASSE 1C

Ero molto spaventato perchè tutti mi dicevano che i Professori erano molto cattivi e che le sgridate erano assicurate! Ma tutto questo non è vero! Al contrario si sono rivelati gentili. M.F.

Mi sono sentita spaventata, quando sono apparsi i Professori ero pietrificata ma poi ho scoperto che erano simpatici così mi sono tranquillizzata.R.P.

Quel mattino avevo nausea e mal di pancia...ma quando mia mamma mi ha accompagnato mi sono tranquillizzato. C.F.

Mi batteva il cuore a mille, ma poi quando ho conosciuto i professori mi sono un po' calmato. Poi ero contento perché i miei migliori amici erano con me.

La notte precedente al primo giorno di scuola ero un po' teso, sono andato a dormire alle 9,30 senza riuscire ad addormentarmi, dopo un bel po' di tempo che ero lì mi sono addormentato. Al mattino avevo mal di pancia dalla tensione e nausea. Quando mia mamma mi ha accompagnato mi sono tranquillizzato. Poi siamo entrati e ci hanno fatto divertire. C.F.

Ero molto agitata e stanca, anche se il giorno prima ero andata a dormire presto. Appena entrata nel cancello, in alto c'erano i miei compagni, sono salita con loro e insieme siamo entrati coraggiosi in classe. R.M.

Ero molto agitato perché cominciavano le famose “medie”. Arrivato ho visto i miei compagni e mi sono tranquillizzato. Ho visto la classe è piccola, ma accogliente. Poi ho conosciuto i professori, sono tutti molto bravi e simpatici e a prima vista direi che sono anche severi. Sono arrivato a casa entusiasta! Le medie sono bellissime!

All'inizio avevo paura, ma mi sono divertita ed è stato bello. Pensavo che già il primo giorno questa nuova avventura mi sarebbe piaciuta ma non riuscivo ad immaginarla. Abbiamo fatto tante cose belle: motoria e italiano, cose che mi sono piaciute. Che belle le medie! I.M.

Mi è piaciuto molto perché abbiamo conosciuto nuovi insegnanti e abbiamo incominciato a conoscerci. Mi è anche piaciuto il registro elettronico perché da casa puoi andare sul sito e vedere tutti i tuoi voti. Mi piacciono molto le medie. T.T.

Il primo giorno di scuola l'ho trovato abbastanza facile, mi sono messo vicino a un compagno che ancora non conoscevo, poi, la Prof., mi ha spostato affianco a un mio amico delle elementari. I Irof. Non mi sono sembrati così severi, forse perché tutti ne parlavano come se fossero estremamente duri e a confronto non lo sono sembrati per niente. Per ora è stato facile, speriamo bene!

Dopo le elementari pensavo che il primo giorno delle medie fosse difficile e molto stancante, ma invece è stato bello.

ERO impaurita e tremavo tutta perché pensavo che le medie fossero difficili. Ed ero tesa perché pensavo che i professori fossero severi. Però ho scoperto che sono simpatici e se mi impegno mi divertirò insieme ai miei amici. S.B.

Il primo rimo giorno di scuola ero contento ma avevo un po' di paura e ho anche conosciuto altri compagni nuovi.

Il primo giorno di scuola ero molto agitata. Quando siamo entrati mi sono un po' tranquillizzata, ho conosciuto tanti insegnanti e nuovi compagni. Arrivata a casa ero entusiasta di essere alle medie perché è un nuovo passo della mia vita. V.P

La scuola è molto bella, ho conosciuto molti compagni e professori simpaticissimi. M.G.

Ero un po' tesa, però allo stesso tempo ero felice. Volevo conoscere i miei compagni ed insegnanti. Tornata a casa ero contentissima di aver iniziato le medie!

La prima impressione è stata “che aula piccola!”. Poi ho scoperto che avevo i professori più cattivi. (me ne avevano parlato i miei amici). Però quando li ho conosciuti la mia impressione è stata “ma i professori e le professoresse sono simpaticissimi e simpaticissime”. M.S.

Le mi prime impressioni sono state: i professori molto bravi, gentili e certe volte ci facevano anche ridere. La nostra aula è piccola , ma molto carina. Un'altra mia impressione è stata che: quando siamo entrati per la prima volta mi è sembrato un mondo nuovo. G.T.

Per me il primo giorno di scuola è stato bello perché ridevo con i miei compagni e perché ho conosciuto dei nuovi proff. Che bella la mia nuova scuola. A.N.

Arrivata al cancello avevo un po' di timore, ma quando ho visto i miei amici mi sono decisa ad entrare. Anche solo vedere i miei vecchi amici..

 


LABORATORIO di CERAMICA

CORSO A

ce1
ce2
ce3
ce4
ce5
1/5 
start stop bwd fwd

CINEFORUM FEBBRAIO 2014

CINEFORUM -  giornata della memoria

Sono state ore,quelle dell'inizio delle proiezioni /lezioni di cinema,di una significa az. commovente,di un'unica pregnanza didattica.  Bambini adulti, ha così felicemente esordito l'esperta Dott.ssa G.Barreca,rivolgendosi ad un auditorio di prime medie. Sì tutte le prime unite,per la visione del film in occasione della Giornata della Memoria, ad apertura di un corso di alfabetizzazione  all 'immagine...
Chi scrive si è emozionata: classi aperte,sensazioni condivise e delicatamente strutturate... Non c'era alcun giudizio,alcuna censura al di là di quella "ignorante" egocentricamente, dell'ascolto delle parole ALTRUI. Ogni intervento era sentito "di valore" guidato con sensibilità ed intelligenza,nella prospettiva di una COMUNITÀ' EDUCANTE.
Dignità e pudore, la dignità del e nel pudore...oggi,29 gennaio nella scuola di Albissola Marina!
Prof.ssa
Scandella Lau

Sono state ore, quelle dell'inizio delle proiezioni/lezioni di cinema, di una significa assolutamente commovente, di un'unica pregnanza didattica.  Bambini adulti, ha così felicemente esordito l'esperta Dott.ssa G.Barreca, rivolgendosi ad un auditorio di prime medie.   Sì tutte le prime unite, per la visione del film in occasione della Giornata della Memoria, ad apertura di un corso di alfabetizzazione all' immagine... Chi scrive si è emozionata: classi aperte, sensazioni condivise e delicatamente strutturate... Non c'era alcun giudizio, alcuna censura al di là di quella "ignorante" egocentricamente, dell'ascolto delle parole ALTRUI. Ogni intervento era sentito "di valore" guidato con sensibilità ed intelligenza, nella prospettiva di una COMUNITÀ' EDUCANTE.

Dignità e pudore, la dignità del e nel pudore...oggi, 29 gennaio nella scuola di Albissola Marina!

Prof.ssa L.Scandella

CLASSE 1B "Vento di primavera" è un film emozionante e triste, però finisce bene, i personaggi si esprimono bene, interpretano bene la stristezza e la gioia.

Un film che cambia la vita: ti entra nel cuore e ti dice che non deve mai più accadere .

Io ho disegnato la scena nella quale il protagonista pensa di raggiungere la madre e in verità andava nel campo di concentramento. Questo film mi è piaciuto molto è stato molto commovente.

Josef il protagonista è riuscito ad uscire dal campo di concentramento e quando è passato il treno lui ha fatto quello che gli aveva detto la mamma e non è salito, quel treno lo avrebbe portato alla morte.

Il film " Vento di primavera"mi ha svelato com'era dura la vita degli ebre.

CLASSE 3 A. Nel film "Il pianista" il regista Polansky ha saputo, con questo film, trasmettere agli spettatori, secondo me,   la situazione tragica e disperata, disumana degli ebrei, durante l'occupazione nazista in Polonia. Questo film mi ha fatto comprendere la condizione di vita triste e crudele di molti ebrei.

E' il film più' coinvolgente tra quelli visti sull'Olocausto, alla fine delle persecuzioni, il protagonista, uomo di talento e forte spiritualmente, si salva grazie alla sua passione: la musica. Il film mostra scene crude, ma rappresentano quello che hanno subito gli ebrei dai tedeschi.

Il protagonista ha un carattere ed un comportamento "distaccato", distante dagli eventi, quasi fosse in un altro mondo, ha una propria dignità ed uno scopo nella vita: la musica. Proprio la musica  e' fondamentale nell'opera,   il protagonista vive per la propria arte che lo accompagna nei momenti atroci della sua condizione di rifugiato e lo salva.

 

Interrogazione sulla I e II Guerra Mondiale 
classe 3^B
scarica e ascolta...

 

 

 






 

In alto

Chi è online

 6 visitatori online

Global News

 

LINK UTILI

Link consigliati:
REGISTRO ON LINE
registro elettronico
Sede di Albisola Superiore
Sede di Albisola Superiore

Conta visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday110
mod_vvisit_counterYesterday198
mod_vvisit_counterThis week577
mod_vvisit_counterLast week1136
mod_vvisit_counterThis month3258
mod_vvisit_counterLast month3041
mod_vvisit_counterAll days107002

Online (20 minutes ago): 3
Your IP: 173.245.54.70
,
Today: Ott 22, 2014
In alto