Crea sito
Universatil template, by 55thinking
Secondaria di I° grado ALBISSOLA MARINA

You are here: Home

Benvenuto nel nostro sito

PRIMA PAGINA

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento (Venerdì 19 Dicembre 2014 11:46) Scritto da Administrator Giovedì 12 Ottobre 2006 02:25


accesso registro on linegate_swing_md_wht

10 dicembre

"NOTE DI NATALE"

concerto per e con le classi quinte della Scuola Primaria di Albissola Marina

0
1
4
5
6
7
a
b
1/8 
start stop bwd fwd


classi prime

"Dalla pergamena al computer" Priamar

11
22
33
44
55
66
77
1/7 
start stop bwd fwd

Tutti al cinema!

"Il Giovane Favoloso” di Mario Martone.

Il film  si batte "al botteghino" , con "L'uomo ragno" . A preadolescenti ed adolescenti è piaciuto davvero! Come Spiderman,Giacomo è un supereroe. La forza del primo,l'intelligenza dell'altro sono frutto di mutazione e insieme dolore. La malinconia della New York ripresa nel film americano somiglia alla Recanati illustrata da Martone. Spiderman e Giacomo sono condannati alla SOLITUDINE, che fa tutt'uno con la loro rivolta verso il conformismo della società.  Nel suo feroce odio per l'IPOCRISIA.  Leopardi si incontra con l'Uomo Ragno e le sue battaglie in difesa dei deboli, degli oppressi, degli irregolari. Ogni adolescenti può riconoscersi in questi "eroi", così diversi e insiemi uguali: tutti vivono "l'ideale", cercano aria , respiro in un rifiuto del presente "prostrato" . Liberamente tratto da "La Repubblica".

Prof.ssa L. Scandella


La scuola può essere “anche divertente”! Questo pomeriggio trascorso insieme con alcuni compagni di classe e di scuola e con la presenza degli insegnanti ci ha particolarmente colpiti; abbiamo imparato “fuori” dalle aule, al cinema Diana, a seguire, analizzare e comprendere una pellicola, guidati dalla dott.ssa Barreca, che dovreste conoscere tutti perchè è “un mito”!

I ragazzi della della De André.


Mercoledì 29 ottobre alle ore 18 davanti al Cinema Diana ci siamo ritrovati alunni e insegnanti per vedere questa pellicola. C'è stata l'introduzione e la conclusione al film della Dott.ssa G.Barreca che ci ha commentato le scelte cinematografiche del regista, i personaggi e il loro ruolo, la recitazione, gli ambienti, la scenografia e la colonna sonora. Leopardi è descritto nella sua giovinezza come un giovane libero, ironico e un po' ribelle e molto pessimista che tenta di allontanarsi da Recanati fuggendo dalla sua famiglia. Questa ironia mista a satira la ritroviamo nell'opera raccontata ad un ragazzo napoletano: la battaglia tra topi e rane “la Batracomiomachia”.

A proposito di questo poemetto satirico in versi il Leopardi, sotto la veste favolosa,discute del fallimento dei moti rivoluzionari di quel periodo, satireggiando gli Austriaci, i Borboni e valorizzando “I TOPI” napoletani liberali S.V.

Il film "Il giovane favoloso"mi ha colpito molto,perché parla di un ragazzo malato di rachitismo e questa malattia, soprattutto nella seconda parte della pellicola è molto evidente; scrive poesie ed opere in prosa,inizialmente ben accolte dai letterati poi criticate. T.G.

E' stato un film molto interessante e molto istruttivo; mi ha fatto capire che la vita non è da sprecare e che bisogna avere sempre la forza di andare avanti; mi hanno appassionato le poesie e gli scritti citati nel film.F.Z.

Il film inizia a Recanati dove Leopardi nasce e vive la sua giovinezza,ma a Recanati non è felice perchè vuole evadere da quel “natio borgo selvaggio”. Si reca a Firenze insieme al suo amico Ranieri e poi a Napoli dove morì. Tra i suoi ultimi scritti c'è ”LA GINESTRA”. In questa poesia i critici letterari hanno visto come un'apertura del pensiero pessimistico del grande poeta perchè parla di “aiuto reciproco e di solidarietà” unici mezzi per alleviare i dolori della vita umana.P.D.

Leopardi è un giovane che cerca la felicità, la verità, la libertà attraverso le vicende della sua vita; ebbe in sorte un padre che nutriva grandi aspettative su di lui ed una madre algida e distaccata; cerca affetto studiando e scrivendo poesie che resteranno per sempre eterne.

E' un film sulla vita e le opere di Giacomo Leopardi. Sebbene malato scrive, studia, traduce trascorrendo molte ore nella ricchissima biblioteca paterna; si occupa anche di politica e sogna l'Italia unita e libera dallo straniero.A.C.

 

 

LABORATORIO DI RICERCA AMBIENTALE


classe 2A

classe 3A

Itinerario: Ellera – Striera – Case Giberto – Bric Brigna – Bric Schiena – loc. Maroni - Ellera

Data: venerdì 07 novembre 2014

Difficoltà: escursionistica Dislivello: 250 metri circa Tempo di percorrenza: 3 ore circa

Raduno: ore 14,15 Ellera , località Pernigari

Inizio escursione: ore 14,30

Termine escursione: ore 18,00 nel centro di Ellera.

Materiale occorrente: scarponcini o scarpe da ginnastica pesanti, k-way, berretto, zainetto.

Descrizione percorso: all’uscita da scuola gli alunni, accompagnati da un genitore si trasferiscono in auto in località Pernigari, sulla strada che collega Ellera a Stella a circa 1,5 Km oltre l’abitato di Ellera. Gli insegnanti prendono in consegna gli alunni e alle ore 14,30 si inizia l’escursione. Ci si incammina su una strada asfaltata in forte salita che conduce verso le località Striera e Pernigari; percorsi circa 600 metri si incontra una biforcazione; si prende a destra fino al gruppo di case della località Striera; poco prima di arrivare alle abitazioni un sentiero sulla sinistra ci conduce al di sopra delle case e prosegue inoltrandosi in un bosco di pini e castagni. La salita nel bosco è costante, ma non impegnativa ed in circa 20 minuti ci porta su un lungo crinale; la strada prosegue in falsopiano per un lungo tratto, fino a quando si arriva in un punto caratterizzato da prati. Si continua sul sentiero principale per circa 15’ fino ad una grande curva verso destra, dove la strada incomincia a scendere. Prima di iniziare la discesa si abbandona la strada principale e ci si inoltra a sinistra in un bosco di faggi e castagni, in direzione di un capanno di caccia. Il sentiero prosegue in piacevole discesa, lungo il crinale opposto a quello di salita, passa sotto al Bric Schiena fino alla località Maroni, dove si trova una strada quasi tutta sterrata che conduce alla provinciale. Una strada secondaria asfaltata ci riporta nel centro di Ellera.

Si ricorda che la vigilanza sarà effettuata dagli insegnanti accompagnatori


tb0
tb2
tb3
tb4
tb5
1/5 
start stop bwd fwd


LABORATORIO DI RICERCA AMBIENTALE
classe 1A

escursione mese di ottobre

Itinerario: Albisola S. – Torre Bregalla – Celle L. – Albisola S.

Data: venerdì 24 ottobre 2014

Difficoltà: escursionistica

Dislivello: 250 metri circa Tempo di percorrenza: 3 ore e 30’ circa

i più e avrei un amico con cui giocare. Se i miei genitori lo prendessero sarei la ragazza più felice del mondo!ELLA CLASSICA!!! Invece mio papà...beh ma certo, mio papà...beh lasciamo stare!!! A me affascina molto la danza classica, perchè, quando ci sono i balletti in televisione, le ballerine e i loro partner sembrano delle farfalle, che si muovono con grazia!!! In questi giorni sto bombardando mia mamma di domande (sperando che ceda) sulla danza classica!!!avo.

 

9 ottobre 2014 h 14.00

LEZIONE con la Dott.ssa G.Barreca

"iMovie la tecnica del montaggio digitale"


RIFUGIO MONDOVI'

25 settembre 2014   h.15.20    verso il rifugio....

gruppo escursionistico

RIFUGIO Mondovì

 

LABORATORIO di CERAMICA

CORSO A

ce1
ce2
ce3
ce4
ce5
1/5 
start stop bwd fwd

CINEFORUM FEBBRAIO 2014

CINEFORUM -  giornata della memoria

Sono state ore,quelle dell'inizio delle proiezioni /lezioni di cinema,di una significa az. commovente,di un'unica pregnanza didattica.  Bambini adulti, ha così felicemente esordito l'esperta Dott.ssa G.Barreca,rivolgendosi ad un auditorio di prime medie. Sì tutte le prime unite,per la visione del film in occasione della Giornata della Memoria, ad apertura di un corso di alfabetizzazione  all 'immagine...
Chi scrive si è emozionata: classi aperte,sensazioni condivise e delicatamente strutturate... Non c'era alcun giudizio,alcuna censura al di là di quella "ignorante" egocentricamente, dell'ascolto delle parole ALTRUI. Ogni intervento era sentito "di valore" guidato con sensibilità ed intelligenza,nella prospettiva di una COMUNITÀ' EDUCANTE.
Dignità e pudore, la dignità del e nel pudore...oggi,29 gennaio nella scuola di Albissola Marina!
Prof.ssa
Scandella Lau

Sono state ore, quelle dell'inizio delle proiezioni/lezioni di cinema, di una significa assolutamente commovente, di un'unica pregnanza didattica.  Bambini adulti, ha così felicemente esordito l'esperta Dott.ssa G.Barreca, rivolgendosi ad un auditorio di prime medie.   Sì tutte le prime unite, per la visione del film in occasione della Giornata della Memoria, ad apertura di un corso di alfabetizzazione all' immagine... Chi scrive si è emozionata: classi aperte, sensazioni condivise e delicatamente strutturate... Non c'era alcun giudizio, alcuna censura al di là di quella "ignorante" egocentricamente, dell'ascolto delle parole ALTRUI. Ogni intervento era sentito "di valore" guidato con sensibilità ed intelligenza, nella prospettiva di una COMUNITÀ' EDUCANTE.

Dignità e pudore, la dignità del e nel pudore...oggi, 29 gennaio nella scuola di Albissola Marina!

Prof.ssa L.Scandella

CLASSE 1B "Vento di primavera" è un film emozionante e triste, però finisce bene, i personaggi si esprimono bene, interpretano bene la stristezza e la gioia.

Un film che cambia la vita: ti entra nel cuore e ti dice che non deve mai più accadere .

Io ho disegnato la scena nella quale il protagonista pensa di raggiungere la madre e in verità andava nel campo di concentramento. Questo film mi è piaciuto molto è stato molto commovente.

Josef il protagonista è riuscito ad uscire dal campo di concentramento e quando è passato il treno lui ha fatto quello che gli aveva detto la mamma e non è salito, quel treno lo avrebbe portato alla morte.

Il film " Vento di primavera"mi ha svelato com'era dura la vita degli ebre.

CLASSE 3 A. Nel film "Il pianista" il regista Polansky ha saputo, con questo film, trasmettere agli spettatori, secondo me,   la situazione tragica e disperata, disumana degli ebrei, durante l'occupazione nazista in Polonia. Questo film mi ha fatto comprendere la condizione di vita triste e crudele di molti ebrei.

E' il film più' coinvolgente tra quelli visti sull'Olocausto, alla fine delle persecuzioni, il protagonista, uomo di talento e forte spiritualmente, si salva grazie alla sua passione: la musica. Il film mostra scene crude, ma rappresentano quello che hanno subito gli ebrei dai tedeschi.

Il protagonista ha un carattere ed un comportamento "distaccato", distante dagli eventi, quasi fosse in un altro mondo, ha una propria dignità ed uno scopo nella vita: la musica. Proprio la musica  e' fondamentale nell'opera,   il protagonista vive per la propria arte che lo accompagna nei momenti atroci della sua condizione di rifugiato e lo salva.

 

Interrogazione sulla I e II Guerra Mondiale 
classe 3^B
scarica e ascolta...

 

 

 






 

In alto

Chi è online

 2 visitatori online

Global News

 

LINK UTILI

Link consigliati:
REGISTRO ON LINE
registro elettronico
Sede di Albisola Superiore
Sede di Albisola Superiore

Conta visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday3
mod_vvisit_counterYesterday55
mod_vvisit_counterThis week58
mod_vvisit_counterLast week740
mod_vvisit_counterThis month2204
mod_vvisit_counterLast month4343
mod_vvisit_counterAll days114799

Online (20 minutes ago): 1
Your IP: 173.245.63.204
,
Today: Dic 22, 2014
In alto